Homepage Scrivi all'autore
German version.
Perchè un libro Chi è l'autore Che cos'è la leucemia Come curare la
	leucemia Lettera ai figli Verso il trapianto Donare il midollo I pensieri Le mie risposte Dove trovare il libro Grazie ai	donatori L'editore Forum di discussione sulla leucemia Associazione Amici Ematologia Questo sito ha ricevuto una menzione speciale al premio Sodalitas-Vivereoggi, giornalismo per il sociale.
Forum di discussione sulla leucemia Le mie risposte ai vostri contributi.



La sfida diventa estrema.
La leucemia da cronica si sta trasformando in acuta.
Una telefonata mi avvisa che la mia vita in pericolo.
Ma ancora non c un donatore disponibile.

Cos descrivo nel mio libro Ritorno alla vita linizio dellultima battaglia contro la malattia. Ecco due pagine di questa storia drammatica e vera, dove dolore e speranza si confrontano, in un continuo duello.


...Il terzo giorno di vacanza sono seduto insieme a Ileana nella cabina a quattro posti, ma due sono vuoti, dellimpianto di risalita verso una delle piste pi ampie e scenografiche della zona. Ci godiamo il panorama mentre la cabina, per il vento, ogni tanto dondola leggermente nel vuoto. Siamo ancora lontani dallarrivo quando squilla il telefonino che porto con me in una delle tasche della tuta da sci.

Mi cercano dal Centro trapianti di midollo di Milano. E la capoinfermiera.

La aspettiamo domani mattina, entro le otto e a digiuno. Dobbiamo eseguire dei controlli urgenti La sorpresa e il contrasto con il luogo in cui mi trovo, da tre giorni non mi ricordo pi di essere ammalato, mi tolgono la parola. Pronto,pronto, dice la capoinfermiera, pensando che la comunicazione si sia interrotta. Solo allora chiedo una spiegazione. Domani mattina? Che cosa successo? Perch tutta questa urgenza? Dal laboratorio di ematologia della sua citt ci hanno avvisati che il risultato degli ultimi esami del sangue non regolare. Qualcosa non procede come dovrebbe. La dottoressa Paola teme che sia linizio dellaccelerazione. Io cerco di prendere tempo: Non si potrebbe rinviare di qualche giorno? Ma la capoinfermiera chiude la telefonata con un: A domani mattina, che non ammette repliche.

Sono frastornato e mi ci vuole un poco di tempo, mentre la cabina continua a salire, per spiegare a Ileana che la nostra vacanza termina in quel punto. Ma come possibile? I medici avevano detto che di solito la guerra di posizione dura anni.

Di solito, appunto, ma non sempre. E nel mio caso il tumore non ha avuto piet. Niente concessioni. Niente rinvii. Il confronto finale gi alle porte. Mentre mi diverto sulla neve ecco che sono travolto nella battaglia decisiva contro il male mortale.

Come sono fragili i nostri piccoli progetti. Come foglie che lautunno insidia a ogni folata di vento, come buche scavate nella sabbia in riva al mare che londa smussa a ogni passaggio. Se qui fosse riposta la nostra speranza, come ci troveremmo presto disperati. Presto, sempre troppo presto, anche se passassero anni.

La cabina completa la sua salita e alla stazione del rifugio le porte si aprono automaticamente, ma noi restiamo seduti. Aspettiamo che si richiudano e, dopo un giro attorno alla grande ruota di traino, iniziamo la discesa. Siamo gli unici ad andare verso valle in mezzo a una fila di cabine vuote..."