Homepage Scrivi all'autore
German version.
Perchè un libro Chi è l'autore Che cos'è la leucemia Come curare la
	leucemia Lettera ai figli Verso il trapianto Donare il midollo I pensieri Le mie risposte Dove trovare il libro Grazie ai	donatori L'editore Forum di discussione sulla leucemia Associazione Amici Ematologia Questo sito ha ricevuto una menzione speciale al premio Sodalitas-Vivereoggi, giornalismo per il sociale.
Forum di discussione sulla leucemia Le mie risposte ai vostri contributi.



Ancora oggi la chiave di volta, per poter parlare di guarigione nella leucemia mieloide cronica, il trapianto allogenico di midollo. Con questa terapia, infatti, possibile ottenere la scomparsa duratura anche del marchio molecolare della malattia.

I risultati dipendono da molti fattori, tra cui lo stato di avanzamento della malattia, le condizioni fisiche e psicologiche del paziente, la sua et, il tipo di trapianto effettuato (autologo o allogenico; da donatore consanguineo o non consanguineo), la quantit di cellule infuse.

Negli ultimi anni sono stati fatti significativi progressi per ridurre i casi di mortalit post trapianto, tanto che, per alcune tipologie di pazienti, le possibilit di sopravvivenza, liberi dalla malattia, hanno raggiunto livelli elevati.

Vista la molteplicit e complessit dei fattori da considerare, importante che la scelta del trapianto e liter terapeutico siano sempre accompagnati da un dialogo approfondito con i medici del Centro che assiste il paziente. Insieme si dovranno prendere in considerazione i possibili rischi collegati al trapianto, la qualit di vita probabile dopo lintervento, la disponibilit di uno o pi donatori, le condizioni del malato.

Quando il trapianto non possibile, oppure sconsigliabile, per i rischi eccessivi che comporta, si fa ricorso ad altre terapie convenzionali. Queste non consentono attualmente di ottenere la completa guarigione, ma prolungano la sopravvivenza del paziente. Tra le terapie convenzionali ricordiamo lassunzione di idrossiurea e linterferone.

Non si deve infine dimenticare che sono continuamente allo studio nuove forme di terapia per la cura della leucemia mieloide cronica. In particolare sono gi ultimati gli studi per un nuovo farmaco molto attivo. Alcune di queste terapie sono in via di pura sperimentazione, altre trovano gi una prima applicazione in fase clinica. Senza farsi illudere da facili annunci sui mass media, anche in questo caso la scelta di terapie innovative o sperimentali dovr essere attentamente valutata con il Centro che segue il paziente.